Pagina iniziale Chi siamo, cosa facciamo Le nostre idee Comunicati anni precedenti Eventi e manifestazioni
   Contatti
 


 

Collegamento al nuovo Blog di SINISTRA e AMBIENTE.
Con questo blog vogliamo aggiornare i cittadini sull'attività, le proposte e le idee del gruppo.


DOMENICA 30 OTTOBRE ABBIAMO ORGANIZZATO UNA VISITA AL PARCO PRIVATO DOVE SI TROVA L'ORRIDO D'INVERIGO
GLI AMICI DELLE ASSOCIAZIONI LE CONTRADE E ORRIDO D'INVERIGO CI ACCOMPAGNERANNO ALL'INTERNO MOSTRANDOCI I LUOGHI PIÙ INTERESSANTI E DI ALTO VALORE AMBIENTALE ANCHE DAL PUNTO DI VISTA DELLA BIO-DIVERSITA'.
IN OCCASIONE DELLA VISITA DECIDEREMO SE SPOSTARCI (SEMPRE A PIEDI) VERSO I LAGHETTI DOVE POTREMO AMMIRARE LA FAUNA ITTICA PRESENTE.
* ESSENDO UNA VISITA IN UNA PROPRIETÀ  PRIVATA  E' NECESSARIO PRENOTARE LA PROPRIA PRESENZA. IL NUMERO MASSIMO CHE POTREMO OSPITARE SARA' CIRCA 50 PERSONE.
CHI E' INTERESSATO COMUNICHI SUBITO LA SUA ADESIONE.


Meda 22/10/011
UNA COLATA DI CEMENTO SU MONZA: COSA C'E' E CHI C'E' DIETRO L'INTERESSE EDILIZIO SULLA CASCINAZZA. GLI INTERESSI E LE GRINFIE DI SILVIO P2 SULLE ULTIME AREE VERDI DI MONZA

Monza, il ministro-assessore ce l'ha fatta: variante ad personam per la Cascinazza.
Dopo una lunga battaglia consiliare, adottato il provvedimento tanto caro al titolare dello Sviluppo economico, Paolo Romani: consentirà di edificare 580mila metri cubi di case e uffici sul terreno che il fratello del presidente del Consiglio acquistò negli anni Ottanta per costruirci Milano4.
Ma la Procura vuole vederci chiaro su alcuni coincidenze sospette...


 


Meda 22/10/011
SOLIDARIETA' CON GLI ASILANTI: L'ESPERIENZA VOLONTARIA DI UN ADERENTE A SINISTRA E AMBIENTE DI MEDA PRIMA DI TUTTO LA SOLIDARIETA'
Da luglio 011, sono giunti anche in terra di Brianza alcuni gruppi di asilanti arrivati in Italia con drammatici viaggi via mare per sfuggire alla GUERRA scatenatasi in LIBIA tra il regime di Gheddafi e i ribelli del CNT appoggiati dai bombardamenti della NATO.
Si tratta di persone che in Libia lavoravano, che lì avevano cercato di costruirsi un futuro migliore rispetto alle prospettive di miseria dei loro paesi d'origine.
Sono piccoli gruppi ospitati a Cesano Maderno e a Seveso costituiti da uomini e donne senegalesi, nigerini, ghanesi e nigeriani.
Con alcuni asilanti, seguiti ed ospitati dall'Associazione Natur& di Seveso, Alberto Colombo, aderente a Sinistra e Ambiente di Meda, ha attivato gratuitamente un corso di lingua italiana per stranieri, in collaborazione con l'Associazione stessa e con il supporto di Max e Giorgio di Legambiente di Seveso...


DOMENICA 9 OTTOBRE 2011 "DECIMA PASSEGGIATA NELLA BRUGHIERA" ALL’INTERNO DEL PROGRAMMA “LE STAGIONI DEL PARCO” ORGANIZZATO DALLE ASSOCIAZIONI DEL TERRITORIO PER CONOSCERE IL PARCO REGIONALE DELLA BRUGHIERA: Camminata MEDA-MONTORFANO a cura della Società Escursionisti Medesi e del CAI di Meda.
Percorso lungo il sentiero MEDA-MONTORFANO di circa 21 km per camminatori allenati
(durata circa 5 ore) Munirsi di scarpe adatte per andare nei boschi.
Ritrovo ore 7.45 a Meda in fondo a Via Varese


SABATO 8/10/2011 DALLE 14.00 IN PIAZZA SAN PAOLO PRESIDIO ANTIFASCISTA PER PROTESTARE CONTRO PdL E LEGA CHE INCORAGGIANO E COPRONO I NEONAZISTI CHE HANNO APERTO UNA SEDE A MONZA. PRESIDIO PROMOSSO DAL COMITATO UNITARIO ANTIFASCISTA.

APPELLO ALLA MOBILITAZIONE DI TUTTI GLI ANTIFASCISTI DI MONZA E BRIANZA

SABATO 8 ottobre dalle ore 14 in piazza S. PAOLO A MONZA Il COMITATO UNITARIO ANTIFASCISTA, appresa la notizia dell’inaugurazione di una sede a Monza dell’ associazione “Lealtà Azione” , ritiene che, dietro presunti “valori” associativi, in realtà si propagandino principi e finalità di impronta neonazista.
Da tempo a Monza e nella provincia si susseguono fatti che segnalano una forte ripresa di provocazioni di stampo fascista. Ancora più inquietante è l’apporto e l’incoraggiamento che viene dato a questa associazione dalle istituzioni locali e provinciali.


Meda 29/09/011

UN ALTRO INQUISITO "GRAZIATO" dalla maggioranza di governo PdL + Lega. Il povero paese dei balocchi e degli impuniti parte2

La maggioranza PdL + Lega garantisce l'impunità ad un altro "illustre inquisito" del governo Berlusconi. Eccoci di nuovo, con una brillante votazione, PdL + Lega + Responsabili (di che ?)

salvano il "ministro" Saverio Romano inquisito per ASSOCIAZIONE DI STAMPO MAFIOSO.
L’allegra ammucchiata,dopo il voto, con Romano, Berlusconi & C
E ancora una volta, gli strepitii a senso unico della Lega per la legalità, si fermano dinanzi alle volontà dell'imperatore "santo puttaniere" di Arcore (così l'ha definito l'on. Rotondi della Nuova DC). Più facile sbraitare contro gli IMMIGRATI, accusandoli ipocritamente e falsamente di nefandezze inesistenti...

 


DOMENICA 2 OTTOBRE 2011: NONA PASSEGGIATA NELLA BRUGHIERA ALL’INTERNO DEL PROGRAMMA “LE STAGIONI DEL PARCO” ORGANIZZATO DALLE ASSOCIAZIONI DEL TERRITORIO PER CONOSCERE IL PARCO REGIONALE DELLA BRUGHIERA: Dalla Valle del Seveso al Lago Azzurro, inclusa visita dell’Oratorio di Santo Stefano e del Parco di Villa Cenacolo a Lentate sul Seveso...

 

 

 


Meda 23/09/011

La Lega salva un'altro inquisito del "governo" Berlusconi

Il Paese dei balocchi e degli impuniti
Da un po' non commentavamo la sequenza INFINITA di scandali e pluriinquisiti che caratterizzano la maggioranza che "governa" il Paese. Un Paese stremato da una crisi economica di cui, fino a ieri, i ministri negavano l'esistenza. Una crisi economica e di credibilità politica che sta mettendo in ginocchio chi si guadagna il pane ONESTAMENTE.
E LORO ? La maggioranza dei pluriinquisiti non si pone alcun problema, prosegue imperterrita nei suoi traffici e nella sua complicità e connivenza verso chi usa la sua carica di parlamentare per interessi individuali.


DOMENICA 25 Settembre 2011: "La Valle della Serenza, l’orrido e le cascine".

OTTAVA PASSEGGIATA NELLA BRUGHIERA all’interno del programma LE STAGIONI DEL PARCO”.
A cura dell'Associazione Ecologica La Puska di Lentate sul Seveso e del Comitato per il Parco Regionale della Brughiera e organizzato dalle associazioni del territorio per conoscere il proposto PARCO REGIONALE DELLA BRUGHIERA.

 

 


Meda 07/09/011

LENTATE SUL SEVESO: per ricostruire le case degli espropriati da Pedemontana SI CONSUMA ULTERIORE SUOLO A DANNO DELLE AREE VERDI TUTELATE.

Dopo MACHERIO, dopo SEREGNO, anche a LENTATE SUL SEVESO, per dare la possibilità di ricostruire le proprie abitazioni agli espropriati (diritto sacrosanto) si ricorre ai soliti trucchi da "itaGLIetta", il tutto CON ULTERIORE CONSUMO DI SUOLO AI DANNI DELLE AREE VERDI TUTELATE. Questa volta, grazie alle verifiche di Iolanda Negri, Consigliere Comunale di LENTATE FUTURA, aderente ad INSIEME IN RETE PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE, sono però... (Continua)


 


Meda 1/9/011

Intervista rilasciata alla stampa locale del portavoce del Coordinamento Associazioni Parchi Lombardi, Arturo Calaminici.

Arturo Calaminici, portavoce del Coordinamento Associazioni Parchi Lombardi e di cui Sinistra e Ambiente di Meda è parte, ha rilasciato un’intervista alla stampa locale di cui sotto riportiamo il testo.
Il Coordinamento Associazioni Parchi Lombardi ha promosso il presidio e i contatti con le forze politiche d’opposizione in Consiglio Regionale (PD, SEL, IdV, UdC) al fine di bloccare o, perlomeno, di modificare nei suoi aspetti peggiori, la legge “ammazzaparchi”...                                                                                  (Continua)

 


Meda 1/9/011

Intervista rilasciata alla stampa locale del portavoce del Coordinamento Associazioni Parchi Lombardi, Arturo Calaminici.

Arturo Calaminici, portavoce del Coordinamento Associazioni Parchi Lombardi, ha rilasciato un’intervista alla stampa locale di cui sotto riportiamo il testo.


Meda 23 agosto 2011

28 agosto 2011: "LE STAGIONI DEL PARCO 2011. Fra natura e cultura nel Parco della Brughiera Briantea". Dall’Acquanegra al Bassone: acque e ambienti del parco.

Percorso su sentieri segnalati di circa 10 km (durata 4 ore e 30’). Ritrovo ore 8.00 alla stazione FS di Camnago-Lentate (trasferimento in treno fino a Cucciago). A cura del Museo Civico e dell'Associazione Ecologica La Puska di Lentate sul Seveso.
Informazioni ed iscrizioni: www.lapuska.com  - info@lapuska.com  349.2981983
                             (Continua)


Meda 23 agosto 2011

Articolo su "La Provincia" dove si parla dell'incontro che abbiamo tenuto ieri alla festa provinciale dell'AUSER di Cantù

«Serve il parco con vincolo regionale. Non c'è alternativa per il territorio»

CANTÙ «Per salvare il territorio canturino dalla distruzione non c'è alternativa alla istituzione del parco regionale della brughiera Briantea», E' questo il parere di Tiziano Grassi, presidente del comitato che da più di 25 anni si sta battendo per la salvaguardia di quel grande polmone verde a sud di Como. L’appello è stato lanciato ieri pomeriggio durante il dibattito che si è svolto nell'ambito della festa di Agosto nel Bosco, organizzata da Spi-Cgil e AUSER e in fase di svolgimento in località Bersagliere...                                                                                                                    (Continua)


Meda 29/07/011

Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale: a che punto siamo.

Dopo l'incontro alla Provincia di Monza e Brianza sul PTCP, il Coordinamento dell'OSSERVATORIO PTCP , di cui SINISTRA e AMBIENTE è parte, ha prodotto un comunicato stampa che fa il punto della situazione.

"COSA CI ATTENDIAMO DAL NUOVO PIANO TERRITORIALE DI COORDINAMENTO PROVINCIALE DI MONZA E DELLA BRIANZA E COME LO VALUTEREMO

Nel corso del mese di luglio, l'Osservatorio PTCP di Monza e Brianza, ha incontrato l'assessore Antonino Brambilla, la Fondazione Lombardia per l'Ambiente e i tecnici della Provincia che stanno lavorando al nuovo Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale.
Durante la riunione ci è stato mostrato lo stato di avanzamento del PTCP, l'individuazione degli ambiti agricoli strategici, la composizione della rete verde provinciale e sono state affrontate parte delle osservazioni già presentate dall'Osservatorio che, durante gli incontri fatti in precedenza, parevano essersi smarrite.
Mentre constatiamo con soddisfazione che la maggioranza delle osservazioni per la zona del Vimercatese, sono state accolte, ancora non s'è compreso se le numerose osservazioni presentate dal Comitato per l'Ampliamento del PLIS Brianza Centrale, siano state rinvenute, valutate e considerate.
Naturalmente anche questa volta abbiamo effettuato un secondo invio alla Provincia.
Le aree agricole strategiche nella bozza di PTCP (zone gialle)
Tuttavia, la partita decisiva sul consumo di suolo, è più difficoltosa laddove tale consumo ha raggiunto livelli intollerabili, ovvero nella Brianza Centrale.
Lì permangono ancora alcune distonie sulle quali manteniamo la più assoluta attenzione e dove abbiamo presentato puntuali osservazioni, anche perché sarà la zona che verrà maggiormente colpita dal passaggio di Autostrada Pedemontana...


Meda 29/07/011

DI NUOVO ALLA RIBALTA: avviso di garanzia per Brambilla, Ponzoni, Perri e Riva

Avviso di garanzia al vice presidente della provincia di Monza, a due imprenditori e all’ex sindaco di Giussano
ANCHE il vicepresidente della Provincia di Monza e Brianza, Antonino Brambilla (PdL) e un ex assessore, Rosario Perri, sono accusati di corruzione nell’inchiesta che coinvolge a Monza l’ex assessore regionale Massimo Ponzoni.

È quanto emerge dopo che nei giorni scorsi sono stati inviati agli indagati gli avvisi di proroga delle indagini preliminari.
Perri fino a luglio dello scorso anno era assessore alle Società partecipate dell’ente provinciale, e si era dimesso dopo essere finito nelle carte dell’inchiesta “Infinito” che ha alzato il velo sulle connivenze tra cosche e politica in Lombardia (nell’informativa dei carabinieri era messo in relazione con il capo società del nucleo locale della ‘ndrangheta a Desio, Candeloro Pio, finito poi in carcere).
Indagati anche Giulio Mosca e Ornello Mariani, due imprenditori della zona, oltre all’ex commercialista di Ponzoni, Sergio Pennati, e al sindaco uscente di Giussano, Franco Riva, di centrosinistra.
L’inchiesta della magistratura monzese, coordinata dal sostituto procuratore Giordano Baggio, ruota intorno ad una presunta tangente di 220mila euro versata tra il 2008 e il 2009 dall’imprenditore edile Filippo Duzioni a Ponzoni ...



 


Meda 29 luglio 2011

Presidio contro la legge Regionale ammazzaparchi e novità dal Consiglio Regionale

La mobilitazione del Coordinamento Associazioni Parchi Lombardi, in stretto collegamento con i gruppi consiliari di opposizione del Consiglio Regionale, ha sortito i primi effetti. La maggioranza che governa la Regione Lombardia ha rivisto il Progetto di Legge 76 sui Parchi. E' stata eliminata la parte riguardante la modifica dei confini dei Parchi ed è stata assoggettata al PARERE VINCOLANTE dei PARCHI la possibilità di derogare sui vincoli di tutela qualora si pianifichino opere pubbliche regionali che necessitino aree all'interno dei Parchi.
Rimane, purtroppo, aperta l'aspetto della struttura di governo dell'ente Parco Regionale. Su questo punto, la Regione insiste nel voler una voce in capitolo, anche se con una posizione più "soft" (albo dei Presidenti dei Parchi, condivisione della scelta con le strutture gestionali del Parco e con il territorio). La mobilitazione e la condivisione degli obiettivi con le minoranze in Consiglio, hanno portato ad un primo risultato. E ancora una volta, Sinistra e Ambiente di Meda ha fatto la sua parte per TUTELARE l'AMBIENTE e IL TERRITORIO, lavorando e spendendosi con tutti gli altri gruppi del Coordinamento Associazioni Parchi.


DICIAMO LA NOSTRA sul PROGETTO DI LEGGE 76 della REGIONE LOMBARDIA che RIDIMENSIONA I PARCHI REGIONALI.
Giovedì 28/07/011, presidio davanti alla REGIONE LOMBARDIA (piazza Duca D'Aosta a Milano) per dire NO alla legge AMMAZZAPARCHI


Meda 17/07/011

Fermiamo la Proposta di Legge Regionale che vuole ridimensionare i Parchi Regionali: SCRIVI UNA MAIL IN
          REGIONE LOMBARDIA

Il Progetto di Legge "ammazzaparchi" fa un ulteriore passo in avanti. Per questo, il Coordinamento S.O.S. Parchi Lombardi, invita tutti ad una prima azione consistente nell'inviare una mail agli indirizzi sottoriportati con inserita la cartolina e, se lo volete, aggiungendo un vostro pensiero, senza frasi offensive, per evitare la catalogazione come spam.

Vi giro questa proposta di Mail Bombing con "istruzioni per l'uso".

Vi scrivo sotto gli indirizzi così risulta più semplice per tutti copiarli nei destinatari (mandarne una per ogni destinatario e mettendo come “oggetto” un tema riguardante la Regione).

Cliccare con il tasto destro del Mouse sulla cartolina sottoriportata, copiarla ed incollarla nell'e-mail da inviare ai destinatari.

roberto_formigoni@regione.lombardia.it  alessandro_colucci@regione.lombardia.it segreteria.pdl@consiglio.regione.lombardia.it

lega.nord@consiglio.regione.lombardia.it

Ciao e grazie per la collaborazione.

cid:41DAEE01-76B3-4459-A969-72325A1EB4DE@local


Parte da leggere e da non inserire nell'e-mail

La situazione attuale, a cura del Coordinamento S.O.S. Parchi Lombardi. "Peggio non poteva andare".

La Commissione regionale ha licenziato ii Progetto di Legge 76 che modifica (in modo rovinoso) la vigente legge sui parchi.
Il testo è rimasto, salvo minime rettifiche di limitati aspetti inessenziali, quello che era originariamente. Quello che era ancor prima della seduta di giugno del Consiglio, nel corso della quale, vi ricordate, era stato approvato l'emendamento che eliminava la pretesa della Regione di nominare propri rappresentanti nei futuri Consigli di Gestione.
Ebbene, in Commissione quel voto di Consiglio è stato cancellato (e questa è un'autentica bestemmia istituzionale e democratica!) ed è stata ripristinata la presenza dei rappresentanti-commissari regionali...


Meda 14/07/011

Quando si è poco credibili.

Due articoli de “Il Giornale di Seregno” di martedì 12/07/011 su cui SINISTRA e AMBIENTE di MEDA ha giudicato utile precisare il proprio pensiero con una lettera inviata allo stesso giornale, auspicandone la pubblicazione.
"Ci sono dei politici locali che meritano sicuramente un premio. Il premio MEMORIA CORTA".
Nelle dichiarazioni da loro rilasciate alla stampa dopo il successo dell’iniziativa di INSIEME IN RETE PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE per TUTELARE il BOSCO DELLE QUERCE dallo sbancamento della futura autostrada Pedemontana, la MEMORIA CORTA la fa da padrone.
A Meda, la Consigliera comunale del PdL Annalisa Colombo (anche consigliera provinciale) si avvita in dichiarazioni sulla necessità di aprire un tavolo di confronto in Provincia sulle opere complementari viabilistiche a corollario della futura autostrada Pedemontana.
Perbacco, che situazione straordinaria. Si E’ ACCORTA – quando ormai il progetto è in dirittura d’arrivo – che molti aspetti dell’infrastruttura sono penalizzanti per la vivibilità nel già super cementificato Comune di Meda. Ma lei, visto il suo ruolo (è in maggioranza nella Prov. di MB), POTEVA FARE QUALCOSA, soprattutto in tempi utili.
Belle perle il pensiero di Ferrario (ex maggioranza con la passata amministrazione di centrodestra Asnaghi), anche lui in risveglio dopo lungo letargo.
La palma spetta però indubbiamente al Consigliere di Seveso del PdL Marco Mastrandrea...


Meda 12/07/011

ABBRACCIO AL BOSCO DELLE QUERCE PER DIRE NO ALLO SBANCAMENTO, SI ALL'AMPLIAMENTO: una
manifestazione riuscita e partecipata

Riuscita l'iniziativa cui ha partecipato SINISTRA e AMBIENTE.
Molta gente al BOSCO DELLE QUERCE di Seveso e Meda, per PROTESTARE e FARSI SENTIRE dalla Regione Lombardia dall'Assessore "all'asfalto" Raffaele Cattaneo chiedendo che IL BOSCO DELLE QUERCE NON SIA SBANCATO ma venga bensì AMPLIATO.
Questo è quello che da tempo chiedono i gruppi e le associazioni di INSIEME IN RETE PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE.
Eccovi il reportage fotografico di un'iniziativa che ha visto la presenza di circa mille persone, molto attente ed interessate alle nostre denunce e proposte.
L'iniziativa ha avuto molto eco sulla stampa locale ma anche nazionale. (Vedi rassegna stampa in coda.)


Meda 11/7/011

SIMULAZIONE D'IMPATTO AMBIENTALE della DEVASTANTE autostrada VA-CO-LC


E' sempre lui a guidare le danze. Il "nostro" assessore regionale "all'asfalto" Raffaele Cattaneo e i suoi "amici" vorrebbero far passare l'autostrada VA-CO-LC nel cuore della BRUGHIERA.
In modo quasi spontaneo la gente, i gruppi ambientalisti si stanno muovendo contro QUESTO INUTILE E DEVASTANTE PROGETTO che SOLO le lobby dei POTERI FORTI (Confindustria, Ass. dei Commercianti, Compagnia delle Opere, Banche) vogliono.
Così s'è pensato di dare un'idea di come sarà la situazione qualora venga costruita l'autostrada. S'è pensato di mostrare quello che potrebbero diventare i bellissimi prati di Intimiano e i boschi fra Capiago e Orsenigo.
Questo il senso della manifestazione promossa - con un rapido tam tam in internet - da L'Ontano di Montorfano, dal Comitato per il Parco Regionale della Brughiera e da Salvabrughiera che si è svolta sabato 9/7/011 nei prati della BRUGHIERA ad Intimiano (CO). Brughiera ad alto rischio qualora il DEVASTANTE progetto dell'autostrada "PEDEMONTANA ALTA" si realizzi.


Comunicato stampa: UNA AUTOSTRADA INUTILE E DANNOSA: LA VARESE-COMO-LECCO

LA NOTIZIA:
Nella seduta della Giunta di Regione Lombardia del 08/06/2011 sotto il titolo “Adempimenti ai sensi dell’art.10 bis della L.R. 9/2001” (titolo decisamente criptico, forse per non far trapelare troppo la notizia...), l’Assessore Regionale alle Infrastrutture e Mobilità Raffaele Cattaneo ha proposto e ottenuto l’approvazione dei suoi colleghi di maggioranza ad impegnare €. 400.000,00 di denaro pubblico dei cittadini lombardi per verificare la fattibilità del progetto autostradale Varese-Como-Lecco (VA-CO-LC).
Già da tempo girava un progetto riguardo questa inutile opera che le Camere di Commercio e le Associazioni Imprenditoriali si erano inventate spacciandola per l’unica soluzione possibile a tutti i “nostri” problemi di spostamento da Varese a Lecco (?!?!). Fino ad oggi, tuttavia, si trattava solo di una proposta fuori da qualsiasi interesse pubblico di Regione Lombardia, tranne l’attenzione dell’Assessore Cattaneo. Con questo atto, invece, è stato dichiarato che la VA-CO-LC vede il coinvolgimento attivo di Regione Lombardia!
Si sprecano con noncuranza (oltretutto in un periodo di recessione come questo) ben €. 400.000,00 tolti dalle casse pubbliche...


Meda 2/7/011

Le critiche di INSIEME IN RETE PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILEe dell'OSSERVATORIO PTCP alla Provincia di MB
per il Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale

Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale (PTCP): per ora quelle della Provincia di MB sono solo dichiarazioni d'immagine.
Insieme in Rete e i gruppi dell'Osservatorio PTCP, hanno scritto direttamente una lettera aperta al Presidente della Prov. di MB DARIO ALLEVI e all'Assessore ANTONINO BRAMBILLA. Alle loro dichiarazioni di volontà di tutela dell'ambiente, non stanno seguendo fatti concreti, anzi .... localmente continua l'attacco all'ambiente e il consumo di suolo, vedi i casi di MACHERIO, SEREGNO, SEVESO, MONZA...        (continua)

 

 


DOMENICA 03 LUGLIO 2011: La Valle di Brenna e l’Oratorio di Sant’Adriano.

QUINTA PASSEGGIATA NELLA BRUGHIERA, all’interno del programma “LE STAGIONI DEL PARCO” organizzato dalle associazioni del territorio per conoscere il proposto PARCO REGIONALE DELLA BRUGHIERA
La Valle di Brenna e l’Oratorio di Sant’Adriano: nei boschi alla scoperta di un’antichissima chiesetta.
A cura della Pro Loco Carugo e dell'Associazione Amici dell’Arte di Lentate sul Seveso
Percorso su sentieri segnalati di circa 8 km (durata 4 ore). Munirsi di scarpe adatte per andare nei boschi.
Ritrovo ore 8.30 a Olgelasca (Fraz. Brenna), presso l’Oratorio di S. Adriano (Via S. Adriano)

 

 

 


10 Luglio 2011: SINISTRA E AMBIENTE, aderente ad INSIEME in RETE PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE, è impegnata in prima fila, nell'organizzazione e nella promozione dell'EVENTO:

"ABBRACCIARE IL BOSCO DELLE QUERCE"

Per la TUTELA e L'AMPLIAMENTO del BOSCO DELLE QUERCE di Seveso e MEDA.

Un’iniziativa pubblica e un gesto simbolico per dire no allo sbancamento e sì all’ampliamento.
Perché?
Il 10 luglio 1976 una reazione chimica incontrollata liberò in pochissimo tempo grandi quantità di gas tossici.
"Una nube rossastra coprì il sole all'intera zona compresa tra Meda e Desio: gli abitanti chiusero le finestre, l'odore era solo un po' più acre del solito, sarebbe passato. Invece non passava: permaneva, s'infiltrava nel terreno, inquinava le acque e le piante, uccideva gli animali. E arrivò alle persone, provocò intossicazioni, si manifestò sulla pelle come cloracne" ("Il topo Seveso" a cura del comitato Maistatazitta).
Nella zona più contaminata le case sono state abbattute e la terra inquinata avvolta da vasche speciali su cui oggi sorge il Bosco delle Querce.
Il bosco si estende per 43 ettari e nasconde, sotto due colline artificiali, delle vasche speciali, dove sono interrati i resti delle case, le carcasse degli animali abbattuti e la terra asportata durante la bonifica.
Oggi nostri amministratori - incauti e superficiali - vogliono costruire un’autostrada, la Pedemontana, che passerà anche per il Bosco delle Querce...        (continua)


Meda 14/06/11

Ce l'ABBIAMO FATTA:     REFERENDUM una grande VITTORIA per la DEMOCRAZIA e i CITTADINI

L'obiettivo QUORUM sui REFERENDUM è stato raggiunto. L'impegno profuso da migliaia di cittadini per INFORMARE sui 4 quesiti referendari ha fatto la differenza e ha sconfitto il tentativo del Governo di oscurarne i contenuti. La gente ha detto a chiare lettere che vuole mantenere la GESTIONE PUBBLICA dell'ACQUA, ha seppellito IL NUCLEARE, una tecnologia PERICOLOSA per l'uomo e l'ambiente e ha affermato che TUTTI sono uguali dinanzi alla Legge, che non esistono "legittimi" impedimenti costruiti ad arte per evitare i processi al solo Berlusconi.
Dopo le Amministrative, un altro tassello per RIDARE voce alla DEMOCRAZIA. Un tassello importante che mette uno stop alle privatizzazioni selvagge e all'arroganza di chi vuol decidere DA SOLO le politiche energetiche del Paese...        (continua)


Meda 10/06/011

Vi proponiamo un coraggioso articolo de L'ESPRESSO sulla Mafia, il malaffare e le collusioni con il mondo politico brianzolo (a dispetto di quelli che ....)

Mafia al nord, la verità, di Fabrizio Gatti

Nella ricca Brianza, tra Desio, Lissone e Seregno, regnano Tony Pio e il clan Moscato: boss della 'ndrangheta che condizionano la politica, pagano tangenti, ottengono appalti, impongono il pizzo. E regolano i conti con il fuoco (08 giugno 2011).
Povero geometra Perri.
Nei bar del paese continuano a parlare di lui e non concedono riposo alla sua reputazione. Va bene per le sue macchine bruciate a Desio davanti a casa. Passi per l'attentato al suo ufficio che quasi vent'anni fa mandò a fuoco villa Tittoni Traversi, il gioiello rimaneggiato nel 1776 dall'architetto Giuseppe Piermarini. Ma l'ultima che gli hanno combinato è da pivelli del crimine. Fare il nome dell'assessore alle Società partecipate della nuovissima Provincia di Monza e Brianza, cioè il suo, tanto da costringerlo alle dimissioni, è una leggerezza da rubagalline...        (continua)


Meda 01/06/011

A MEDA costituito IL COMITATO PROMOTORE PER Il SI ai REFERENDUM

S’è costituito a Meda il Comitato Promotore in appoggio ai REFERENDUM del 12 e 13 giugno 2011.
Ne fanno parte un gruppo di cittadini, provenienti da esperienze differenti in ambito di impegno sociale e politico, oppure alla prima esperienza di impegno civile, comunque tutti semplici cittadini che condividono l’obiettivo di promuovere il SI ai quesiti referendari.
Il nostro è un Comitato che ha innanzi tutto deciso di fare campagna per INFORMARE la cittadinanza medese sull’UTILITÀ di ANDARE A VOTARE per i REFERENDUM, denunciando allo stesso tempo il SILENZIO VOLUTO da parte degli organi d’informazione e di governo su questa importante scadenza.
Il REFERENDUM, infatti, è un momento fondamentale per la vita democratica di un Paese...        (continua)


 


Liberiamo l'Italia dal berlusconismo e dal razzismo !

FINALMENTE !!!!
Da Milano, Napoli, Trieste, Cagliari, Pordenone, Novara, Crotone, Grosseto, Mantova, Pavia, e vicino a noi, Arcore, Desio, Limbiate, Rho, Gallarate notizie di un vento di cambiamento che da gioia e soddisfazione.

Quando la SINISTRA e i PROGRESSISTI sono UNITI e i candidati sono ONESTI, VICINI ALLA GENTE e PARLANO CHIARO, si può battere anche il piduista pluriinquisito...        (continua)


Meda 30/05/11

COMMENTO SULL'INIZIATIVA SVOLTA A CANTÙ PER RILANCIARE LA PROPOSTA DI PARCO REGIONALE DELLA BRUGHIERA

Pensiamo di poter dire a nome di tutti ... grande soddisfazione per le due giornate di festa , di discussione e di ... fatica del 28 e 29 maggio a Cantù (CO), PER il PARCO REGIONALE DELLA BRUGHIERA.
Documentazione, cartine e CD sul Parco distribuiti in abbondanza, iniziative varie (mostra, lancio di paracaduti per bambini, biciclettata, passeggiate e aquilonata) con un ottima partecipazione di persone che hanno condiviso con noi la proposta di Parco Regionale della Brughiera e la necessità che l’argomento di TUTELA delle aree boschive e verdi della Brianza torni nelle priorità delle future amministrazioni comunali.
Cantù meritava di ritornare al centro del Parco.
A Cantù centrale è stato il forte spirito unitario con le diverse realtà locali che hanno a cuore il futuro di aree di altissimo pregio ambientale come quelle che abbiamo visto nella passeggiata organizzata Domenica da Legambiente.
Purtroppo, da parte dell'amministrazione comunale registriamo un boicottaggio pressoché totale nei nostri confronti...

                                                                                                                            Continua a leggere ÞÞÞ


Meda 20 maggio 2011

INIZIATIVA A CANTÙ PER RILANCIARE LA PROPOSTA DI PARCO REGIONALE DELLA BRUGHIERA


Il Comitato per il PARCO REGIONALE DELLA BRUGHIERA , di cui SINISTRA e AMBIENTE è parte, ha organizzato un'iniziativa a CANTÙ' (Como) nei giorni 28/05/011 e 29/05/011 con la sezione del PD canturino e la Lista Civica Lavori in Corso.
Perché a Cantù? Perché la città di Cantù si trova al centro del Parco stesso e perché a Cantù, la MIOPIA POLITICA della maggioranza PdL + Lega si oppone strenuamente alla proposta. Lo fa, evidentemente, per difendere "INTERESSI PARTICOLARI" sulle aree in oggetto.
Ricordiamo a tutti che i bellissimi prati e boschi di S. Naga erano al centro di un devastante progetto di campi da golf con annesso resort con alloggi.
La Giunta si nasconde poi dietro la foglia di fico del PLIS sulle aree verdi. Peccato si tratti anche qui di un PLIS in taglio "consumo del territorio" giacché sono previste addirittura le asfaltature di strade sterrate di campagna.
La battaglia per il PARCO REGIONALE DELLA BRUGHIERA CONTINUA.          (continua)


Meda 13 maggio 2011

FANNO VERAMENTE SCHIFO !!!!


Domenica, una serie importanti di Comuni vanno al voto.
In questi giorni stiamo assistendo ad una campagna elettorale ove la DESTRA AFFARISTICA di SILVIO BERLUSCONI &C, non ci risparmia dalle solite FANFARONATE, dal solito TERRORISMO (questo si) MEDIATICO ove si raccontano barzellette e si MANIPOLA VOLUTAMENTE la realtà per piegarla ai propri desideri.
Così l'imperatore piduista e plurinquisito ha scelto, ancora una volta, di cercare d'instupidire gli elettori con i suoi triti e ritriti leitmotiv sui GIUDICI ("cancro del paese", "persecutori" e via di questo passo), sulla SINISTRA ("si lava poco", "ha organizzato un complotto contro di me" ma "io ho salvato il paese dal Comunismo" - maiuscolo lo scriviamo noi - etc. etc.).
Con l'IMBONITORE per eccellenza, c'è la sua "corte dei miracoli" fatta di servi, affaristi, razzisti, nostalgici del fascismo, inquisiti per vari reati (corruzione e associazione di stampo mafioso in primis), imprenditori accondiscendenti per interesse diretto etc. etc. (la lista, purtroppo, è molto lunga).
Un fattore li accumuna: IL TOTALE SPREGIO PER OGNI REGOLA DI CONVIVENZA DEMOCRATICA stabilite dalla COSTITUZIONE e dalle LEGGI che ancora sono in vigore nel PAESE DEI CACHI... (continua)



Meda 10 maggio 2011

A Meda, sulla Pedemontana, facili entusiasmi poco aderenti alla realtà

L'8/05/011 è apparso su "Il Cittadino" l'articolo che riportiamo a fianco.
Un articolo che pubblicizza la posizione del Comitato Polo (quartiere Meda Sud) rispetto alla futura autostrada Pedemontana.
Evidentemente, SINISTRA e AMBIENTE e il Coordinamento INSIEME IN RETE PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE non condividono i contenuti espressi dai portavoce del Comitato Polo.
Nelle loro affermazioni, ci sono molte imprecisioni e inesattezze, nonché una "forzata etichettatura" di un articolo che precedentemente lo stesso Cittadino aveva pubblicato riportando le posizioni di INSIEME IN RETE, espresse dal portavoce Paolo Conte.
..
     (continua)


Meda 3 maggio 2011

                       Verano Brianza: fascisti nostalgici dichiarati nelle liste della coalizione PdL-Lega

A Verano Brianza, un candidato per le elezioni amministrative locali, sulla sua pagina di Facebook inneggia al Duce, vorrebbe "legnare" Gino Strada perché pacifista .......... e via di questo passo con altre amenità.
Vi proponiamo la denuncia pubblica fatta dai rappresentanti locali di SEL (Sinistra Ecologia e Libertà) e dalla candidata nella lista Viviverano.
La spazzatura ideologica di Aldeghi, poteva trovare spazio solo nella coalizione di destra PdL-Lega, che oltremodo lo coprono e difendono.
Viene rabbia, non solo indignazione, ma tanta rabbia e voglia di denunciare e continuare a impegnarsi e mobilitarsi contro chi in camicia “grigia”, ossia le nuove camicie nere degli ipocriti, utilizza la democrazia e la libertà conquistata con la Liberazione e costata tanti morti, per sparare stupidaggini, ignobili menzogne e continuare ad alimentare odio e divisioni.
Davide Aldeghi, omettiamo per scelta di anteporre al suo nome la parola “signor”, perché a nostro avviso non lo merita, si candida ad amministrare il comune di Verano Brianza nella lista “Popolo delle libertà/Lega Nord - per Verano Elli sindaco”, quindi a giurare sulla Costituzione italiana. Non sembra però conoscerne i fondamenti storici, oppure per scelta la disconosce perché la considera avversa, quindi per coerenza dovrebbe comunque evitare di giurare sulla stessa...     (continua)


Meda 18 aprile 2011

VITTORIO ARRIGONI: piangiamo e ricordiamo un pacifista, un compagno, un uomo generoso

Avevamo proposto proprio su questo blog i suoi resoconti sull'arrivo della FREEDOOM FLOTILLA con gli aiuti per GAZA, sul criminale assalto alla stessa da parte degli Israeliani.
Abbiamo seguito i suoi reportage tra lo scoppio delle bombe dell'operazione "piombo fuso" condotta da Israele che massacrò di nuovo i Palestinesi.
Una terribile notizia ci ha raggiunti ieri mattina.
VITTORIO è stato ASSASSINATO.
Affidiamo i nostri sentimenti ad un articolo de il Manifesto che ben rispecchia il nostro dolore infinito.
Una vittima della barbarie
Restiamo umani anche nei momenti più difficili, soleva ripetere Vittorio Arrigoni a sua madre e a noi. Questo, adesso, è il più difficile. Non solo per la sua morte orribile, epilogo tragico, però degno e glorioso, di una vita piena e bellissima. Vittorio, militante orgogliosamente filo-palestinese e ferocemente critico - dalla sua postazione di testimone oculare - delle nefandezze israeliane a Gaza, non ha avuto neanche la ventura di cadere per mano delle truppe di occupazione, come fu per la pacifista americana Rachel Corrie schiacciata da un bulldozer israeliano nel 2003. Vittorio è caduto per mano palestinese, e questo rende ancor più orrenda la sua fine...


Meda 9 aprile 2011

Le dichiarazioni rilasciate alla stampa dai referenti locali di INSIEME IN RETE PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE

                                   BOSCO DELLE QUERCE: LO SBANCAMENTO E’ INACCETTABILE

"Non possiamo accettare sbancamenti e riduzioni del territorio del Bosco delle Querce: ci aspettiamo che Pedemontana non solo non manometta la foresta sorta sull'area inquinata, ma che le compensazioni permettano di estendere l'area protetta, tanto a Seveso quanto a Meda, su tutte le aree ancora libere da edificazione: dopo che la Pedemontana sarà stata realizzata, ci aspettiamo che il Bosco delle Querce risulti più grande, più tutelato e più fruibile di quanto non sia oggi.

Per questo, i gruppi locali aderenti a INSIEME IN RETE PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE, hanno da tempo identificato e proposto ampliamenti del Bosco delle Querce alle Amministrazioni Comunali, alla Prov. di MB e alla stessa Regione Lombardia ...


Meda 6 aprile 2011

IMMIGRAZIONE: L'IPOCRISIA RAZZISTA della LEGA, del PdL e del "governo" (minuscolo) itaGLIano. UN DRAMMA USATO A FINI ELETTORALI PER STRAPPARE CONSENSI

La vicenda dei recenti sbarchi a Lampedusa di immigrati provenienti da Tunisia, Libia e altri paesi dell'Africa ci ha mostrato ancora una volta L'IMMENSA IPOCRISIA della maggioranza LEGA NORD- PdL che "governa" (si fa per dire) il nostro paesucolo.
L'imperatore sceicco di Arcore, dopo aver detto che in piena crisi libica che " non riteneva utile DISTURBARE Gheddafi" altro non ha saputo promettere nel suo stile che:
1) l'acquisto di una villa a Lampedusa ( poi rapida retromarcia e niente acquisto)
2) un casinò ( o un casino - più consono per le sue voglie) per risollevare l'economia dell'isola
3) il trasferimento "entro 48 ore" dei migranti ...    
(continua)


DOMENICA 10 OTTOBRE 2010: DUE PASSI NEL PARCO (CAMMINATA MEDA - MONTORFANO)
Ritrovo in via Varese a Meda alle ore 07,40 con partenza ore 08,00.

Segui i coriandoli, arriverai al lago di Montorfano dove si conclude la consueta camminata MEDA-MONTORFANO di km. 21 con una spaghettata offerta dagli organizzatori
CAI – SEM sezioni di Meda. Per il rientro c’è il pullman, come ogni anno....    
(continua)


Meda 1/10/2010

CRONACHE PIDUISTE

Durante il dibattito al Senato, prima si fa una dormitina, poi al risveglio, rende di pubblico dominio al paese le sue oniriche e immaginarie azioni. (art sotto di Liberazione ….. con qualche ritocco.)

 

 

 


Meda 29/09/010

IL COMITATO PER IL PARCO REGIONALE DELLA BRUGHIERA, s’è incontrato a Seregno con i CONSIGLIERI della Provincia di Monza e Brianza del PARTITO DEMOCRATICO

In data 28/09/010, insieme agli amici del COMITATO per il PLIS BRIANZA CENTRALE (Seregno, Desio, Macherio, Sovico), il COMITATO PER IL PARCO REGIONALE DELLA BRUGHIERA, s’è incontrato a Seregno con i CONSIGLIERI della Provincia di Monza e Brianza del PARTITO DEMOCRATICO.
La serata aveva a tema la PROPOSTA di CREARE NUOVI AMBITI di TUTELA (Parchi Locali Sovraccomunali - PLIS – e Parchi Regionali) per cercare di tutelare le aree a verde e boschive della Brianza.
Scopo dell’incontro era quello d’informare sul lavoro svolto dal Comitato per il Parco Regionale, sui passi effettuati presso le Istituzioni e sullo stato attuale dell’iter istituzionale del proposto Parco Regionale, nonché per chiedere una collaborazione e una condivisione d’intenti sulla proposta.

 

 

 

 


25/09/010

INSIEME IN RETE PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE

Resoconto Riunione con REGALIA (Direttore Tecnico PEDEMONTANA) e con Barbara Vizzini (responsabile dei progetti di Compensazione Ambientale) tenutasi a Milano il 24/09/010 in sede Soc. Pedemontana
Fase progettuale, bando di gara e aspetti correlati.

Sono stati aperti e sono operativi diversi cantieri nella tratta A (Cassano Magnago, Turate, Lozza per la tg.di Varese) e alcuni in fase d’allestimento (Grandate per la tg. di Como, Gorla Maggiore, Fagnano, Cislago).
I lavori sono partiti ove sono necessarie opere d’ingegneria complementare per svincoli e scavalcamenti.
Per il bando di gara, chiuso il 2 agosto 2010, Pedemontana ha GIÀ elaborato un PROGETTO DEFINITIVO AGGIORNATO CON LE PRESCRIZIONI CIPE.
L’aggiornamento attuato è relativo alle sole prescrizioni che comportano una modifica di spesa.
Il progetto “definitivo aggiornato”, è stato approvato da CAL che ha la “delega d’approvazione” da parte del CIPE.
Detto progetto NON E’ PUBBLICO e pertanto.... (continua)


Meda 23/09/010


OCCUPAZIONE ''MANU MILITARI'' DEL TERRITORIO, DEI POSTI NELLE AMMINISTRAZIONI, DELLA CULTURA E DELLA FINANZA E... FINANZIAMENTI PUBBLICI A PIOGGIA PER LA ''SCUOLA PADANA'' DELLA MOGLIE DI BOSSI


Dopo l’eclatante caso della SCUOLA PUBBLICA di ADRO (BS), INDEBITAMENTE e ILLEGALMENTE marchiata su ogni suppellettile ed ingresso, con il simbolo (di proprietà LEGA NORD) del sole delle alpi, si moltiplicano le azioni del partito di Bossi, con l’evidente intenzione di CONTROLLARE ed IMPORRE sia i suoi fidi sia la sua “visione” della società.
SCUOLA PUBBLICA di ADRO (BS)
Ad Adro s’è fatto SCEMPIO del concetto di SCUOLA PUBBLICA per TUTTI con una pura manipolazione di una struttura scolastica per fini politici, per fare propaganda contro il “diverso”, contro chiunque abbia una cultura diversa, fregandosene altamente del fatto che una scuola statale deve essere di tutti, deve essere obbligatoriamente laica, nessun partito deve appropriarsi di uno spazio dello Stato per metterci simboli destinati al proselitismo politico.
ASSEGNAZIONE DI POSTI NELL’AMMINISTRAZIONE LOCALE
L’appartenenza e/o la vicinanza politica è stato invece il criterio applicato nell’assegnazione di posti nell’Amministrazione di Brescia (altro feudo leghista). Sulla vicenda, dettagliato l’articolo che sotto proponiamo....


Meda 19/09/010


Maurizio non è più con noi.


Sabato 18 settembre è deceduto l’amico MAURIZIO LANZANI, portavoce del Comitato per il PARCO REGIONALE della BRUGHIERA.
Te nei sei andato MAURIZIO, troppo in fretta.
Ci piace pensarti e ricordarti per l’impegno da te profuso, il tuo ruolo attivo, il tuo solito e inconfondibile spirito ottimista da cui derivava la passione assidua con cui hai condiviso con noi le iniziative e le proposte per tentare di tutelare quei boschi e quel territorio verde della Brughiera che tanto amavi e rispettavi.

Ciao Maurizio,
che la terra ti sia lieve.

I funerali avranno luogo martedì 21/09/010 alle ore 14,40 presso la chiesa della Madonna di Fatima, nell’omonima via, a Meda sud.

Gli amici del Comitato per il Parco Regionale della Brughiera.


Meda 14/09/010

DICONO DI NOI


Breve rassegna stampa a seguire l’iniziativa congiunta di LEGAMBIENTE di SEVESO e di SINISTRA e AMBIENTE di MEDA del 07/09/010 sul CONSUMO DI SUOLO e i PGT locali.
Singolari le dichiarazioni riportate di alcuni amministratori sevesini attualmente in carica e delle passate giunte nonché esponenti politici della maggioranza di centrodestra attuale.
Qualcuno è stupito dai dati sul CONSUMO DI SUOLO che hanno ridotto i nostri comuni (non solo Meda e Seveso evidentemente) ad una distesa ininterrotta di CEMENTO E ASFALTO.
A loro diciamo che basta guardarsi intorno per vedere LO SCEMPIO URBANISTICO di cui hanno, spesso, una responsabilità diretta, sia per le passate scelte sia per l’ostinazione con cui perseguono politiche contrapposte alla TUTELA AMBIENTALE del territorio.
Qualcuno di loro si preoccupa altresì “dell’allarme eccessivo” derivante dalla nostra opera informativa, dalla nostra denuncia e dalle nostre proposte.
Fare i conti con una brutta realtà è sicuramente fastidioso....


Meda 11/09/2010

INSIEME IN RETE PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE. COMUNICATO STAMPA
PEDEMONTANA: UN SILENZIO ASSORDANTE (E PREOCCUPANTE…)
Dai rutilanti road-show di Terragni ai grigi silenzi di Perrone


Desio, 10 settembre 2010. Al di là della condivisione o meno (e noi ne faremmo volentieri a meno…) dell'opera, bisogna dare atto alla gestione dell'ex-presidente Fabio Terragni, di non aver cercato di “nascondere” l‟opera facendo finta che non esistesse. Anche iniziative discutibili ed a senso unico come i “road show” (e che hanno avuto come reazione i nostri “road shock” organizzati alcuni mesi fa), rappresentavano comunque l‟occasione per manifestare almeno pubblicamente il proprio dissenso.
Ora però la musica è cambiata, dopo l‟approvazione sotto condizione (ovvero al netto delle correzioni – che sono ancora un nodo aperto e da risolvere – richieste nelle prescrizioni) del CIPE del progetto definitivo, ma soprattutto dopo il cambio del CdA e del presidente, che ha visto salire al vertice di Pedemontana Vincenzo Perrone, al posto di Fabio Terragni. Ora, se si richiedono incontri, l'unica risposta è il silenzio o il rimando sine die....


Meda 8/09/2010

GAME OVER URBANISTICO A SEVESO E MEDA

Il 7/09/2010 il circolo Laura Conti di LEGAMBIENTE di SEVESO e il gruppo SINISTRA e AMBIENTE di MEDA hanno promosso ed organizzato una CONFERENZA STAMPA congiunta sul tema del CONSUMO DI SUOLO nei due comuni. In tale occasione, hanno illustrato le comuni proposte avanzate alle due amministrazioni in occasione della formulazione dei PGT locali. La collaborazione, nata con l’esperienza del coordinamento INSIEME IN RETE PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE, si sta rafforzando e allargando alle tematiche ambientali proprie del territorio ove si opera.
Il documento comune
PIANI DI GOVERNO DEL TERRITORIO DI SEVESO E MEDA
Le proposte del Circolo Legambiente Laura Conti di Seveso e di Sinistra e Ambiente di Meda
PREMESSA
I dati forniti da Regione Lombardia (repertorio DUSAF 2.1, 1999 e 2007) e presentati da Legambiente Lombardia al pubblico sono inequivocabili: Seveso e Meda formano ormai un'unica 'piastra' edificata, con un consumo di suolo superiore al 69%, urbanizzata per 5,1 milioni di metri quadri a Seveso e 5,8 milioni di metri quadri a Meda...

 


 


Meda 06/09/2010

DENSITA' ABITATIVA, BRIANZA SECONDA SOLO A NAPOLI

Da ANNI lo andiamo a dire OVUNQUE, in primis nelle assise Istituzionali e agli Amministratori d’ogni ordine e grado: EDIFICAZIONE ed INTERESSI IMMOBILIARI “particolari” hanno ridotto la BRIANZA ad una distesa di CEMENTO e ASFALTO a scapito dell’ambiente e della vivibilità.
Ora, anche qualcuno degli amministratori, pure essi responsabili di questo scempio, pare accorgersi che questo è UN VICOLO CIECO. ORA CI ATTENDIAMO AZIONI POLITICHE FORTI DI TUTELA AMBIENTALE DEL TERRITORIO....

 

 


 


Meda 31/08/2010

Pedemontana fa gola alle cosche


Riprendiamo le pubblicazioni dopo la pausa estiva proponendovi un articolo tratto dal sito dalpolonord.it (che vi invitiamo a visitare) e inserito anche nel blog Brianzacentrale.
E’ uno spaccato relativo alle indagini (ancora in corso) ove appare evidente l’interesse della ‘ndrangheta ANCHE SULL’AUTOSTRADA PEDEMONTANA.

Pedemontana fa gola alle cosche Lo scorso 2 agosto è partita ufficialmente la procedura, bandita in giugno, per assegnare i primi lavori di sbancamento e movimentazione terra. L'obiettivo è realizzare entro il 2014 - e quindi in tempo per l'Expo del 2015 - l'autostrada "Pedemontana" che lambendo le Prealpi lombarde collegherà la provincia di Bergamo, e quindi l'autostrada A4, con Malpensa, by-passando il nodo milanese e dando sfogo ad un'importantissima via di transito....


 


Meda 27/07/2010

MEDA: SERVE UN PGT DI RIQUALIFICAZIONE E TUTELA AMBIENTALE

L’incontro pubblico di Lunedì 26/07/010 e la lettura dei documenti on line, ha permesso a Sinistra e Ambiente una prima, seppur sommaria e generica, analisi delle linee guida del PGT che l’Amministrazione sta elaborando, individuando anche un primo nucleo di proposte, le criticità e i contenuti difficilmente condivisibili.
Sopra di tutto il dato, NEGATIVO per l’AMBIENTE, che esprime lo stato del territorio medese: IL CONSUMO ATTUALE DI SUOLO è al 69,88 %, tra aree già edificate o impegnate per l’edificazione e infrastrutture.
Del precedente PRG (Giunta FI, AN, UDC di Adelio Asnaghi) non tutte le realizzazioni previste sono state portate a termine.
Purtroppo, il nuovo PGT, pare ratificare questi passati e ancora irrealizzati progetti edificatori, confermando l’elevata percentuale di CONSUMO DEL SUOLO.
Avremmo apprezzato e apprezzeremmo una REVISIONE atta a ridurre le volumetrie e che modifichi quanto previsto dal PRG vigente risalente ad Asnaghi....


Meda 27/07/010

COSA DICE LA STAMPA LOCALE della proposta di AMPLIARE il BOSCO DELLE QUERCE fatto da SINISTRA e AMBIENTE a MEDA e da LEGAMBIENTE a SEVESO  ððð


Meda 21/07/2010

TUTELIAMO IL TERRITORIO e AMPLIAMO IL BOSCO DELLE QUERCE

In data 21/07/2010, SINISTRA e AMBIENTE ha protocollato presso il Comune di Meda la RICHIESTA DI AMPLIAMENTO DELLA PORZIONE MEDESE del BOSCO DELLE QUERCE.

Questa richiesta fa parte d’una proposta unitaria condivisa con INSIEME IN RETE PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE e in particolare con le associazioni e i gruppi locali della tratta B2, Legambiente di Seveso, La Puska di Lentate S/S e il WWF Groane per salvare e ampliare il Bosco delle Querce.

Analoga proposta d’ampliamento relativa alla porzione del Comune di Seveso, da attuarsi con l’accorpamento delle aree agricole e boscate ad est della tratta B2 ad essa adiacente, è stata fatta contemporaneamente da Legambiente di Seveso all’Amministrazione sevesina.

INSIEME IN RETE proporrà a breve a Provincia di MB e Regione Lombardia (titolare della gestione e pianificazione del Parco Naturale Bosco delle Querce) di dare seguito a queste due proposte d’ampliamento.

Con questa iniziativa, SINISTRA e AMBIENTE di Meda, chiede e auspica che anche nell’elaborazione del PGT di Meda si tenga conto di questa richiesta d’ampliamento e di TUTELA AMBIENTALE, inserendo l’area da nella pianificazione urbanistica e territoriale del PGT quale AMPLIAMENTO del Bosco delle Querce ....


Meda 20/07/2009

'Ndranghetisti a Desio: "Ci sono anche i soldi per Ponzoni" "...prende pure i soldi, Perri..con 5.000"

July 20, 2010 da il ''Giorno'' di STEFANIA TOTARO

 «Ci sono i soldi anche per Ponzoni e pago» — DESIO — ALTRI PRESUNTI LEGAMI tra la ‘ndrangheta a Desio e la politica: emergono questa volta da alcune intercettazioni telefoniche e ambientali eseguite dai carabinieri della Compagnia di Desio coordinati dal sostituto procuratore della Repubblica di Monza Salvatore Bellomo (delegato dalla Procura della Direzione Distrettuale Antimafia di Milano della maxinchiesta contro la ‘ndrangheta), atti depositati ma che non sono finora entrati a fare parte del troncone brianzolo della maxinchiesta denominato «Infinito». C’È UNA CONVERSAZIONE ambientale del 24 gennaio del 2009 intercettata sulla Bmw in uso a Saverio Moscato, parente di Annunziato Moscato arrestato nella maxioperazione che in Brianza ha portato in carcere una cinquantina di persone e recentemente deceduto. Saverio Moscato parla con un suo uomo di fiducia, Giuseppe Sgrò, anche lui arrestato. «Moscato: quell’altro prende un sacco di soldi, prende pure i soldi, Perri... con 5.000, tutti con la zucca così; Sgrò: Ah, si, si; Moscato: chi c... me lo ha fatto fare, mannaggia la Madonna p..., che mi danno una bella e che non ci rompe la minchia pure lui...omissis...ma che c... vuoi che capiscano e destra o sinistra e via dicendo, basta che togli i soldi fai mannaggia la Madonna fai il c... che vuoi....a questo punto questa storia a Ponzoni dobbiamo dargli rilievo lui è c... e c... con e via dicendo ci sono i soldi anche per Ponzoni ...


Meda 14/07/2010

COSA NOSTRA IN BRIANZA

Sinora, molte figure istituzionali rifiutavano l’idea della presenza e dell’infiltrazione di mafia e ‘ndrangea IN BRIANZA e nel MILANESE.
A partire dal Prefetto di Milano Gian Valerio Lombardi che ha dichiarato “A Milano e in Lombardia la mafia non esiste”
o come Letizia Moratti, Guido Podestà e Dario Allevi che nei Consigli Comunali e Provinciali da loro guidati, si sono opposti all’istituzione di COMMISSIONI ANTIMAFIA.
Temevano danni d’immagine? Sicuramente si sono dimostrati soggetti NON ALL’ALTEZZA DEL RUOLO CHE RICOPRONO.
Noi siamo convinti che, purtroppo, la criminalità organizzata è ben radicata e presente in Brianza.
Pensiamo anche che abbia rapporti con rappresentanti della politica, dell’economia, dell’industria.
Gli affari sono molteplici e ai classici reati di associazione a delinquere di stampo mafioso, usura, estorsione , detenzione e spaccio di droga, si aggiungono quelli di RICICLAGGIO di denaro tramite....


Meda 14/07/2010

INSIEME IN RETE PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE: DICONO di NOI

A seguire il comunicato stampa di INSIEME IN RETE PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE sulla criticità del BOSCO DELLE QUERCE, ecco come la stampa ha ripreso le nostre posizioni....

 

 

 


Meda 07/07/2010

BOSCO DELLE QUERCE DI SEVESO E MEDA: NON SOLO COMMEMORAZIONE, MA ATTENZIONE E PREOCCUPAZIONE.

Il 10/7, a Seveso, nel Bosco delle Querce si terrà, una “commemorazione” dell’evento DIOSSINA/ICMESA.
A 34 anni di distanza dal tragico e, ancora poco chiaro incidente il BOSCO delle QUERCE
sorto sull’area inquinata dalla DIOSSINA (TCDD) fuoriuscita dall’ICMESA, E’ IN PERICOLO, perlomeno nella sua porzione medese. Lì si rischia uno sbancamento, qualora si decidesse di dare il via alle ruspe per “raddrizzare” il raggio di curvatura dell’attuale superstrada al fine di consentire il passaggio delle auto a 130 Km/orari sulla futura autostrada Pedemontana. Il pericolo è per l’ambiente e la salute dei cittadini. Le concentrazioni di DIOSSINA, sono infatti, purtroppo NON SOLO nel Bosco delle Querce, ancora elevate e tali da comportare, a nostro avviso, rischi qualora s’effettuassero movimenti di terra....

 

 

 

 


Meda 05/07/010

MAGLIETTE A STRISCE QUANDO SAPEVANO INDIGNARCI E REAGIRE

Nell’estate di 50 anni fa, una generazione di giovani, nelle piazze di Genova, Roma, Licata, Palermo, Catania e Reggio Emilia avviava una nuova stagione della democrazia italiana e dell’antifascismo.
Per ricordare, PER NON DIMENTICARE, per il DIRITTO d’opposizione AL REGIME, allora della destra democristiana, ora del GOVERNO PIDUISTA di BERLUSCONI, SINISTRA E AMBIENTE propone un pezzo di STORIA della MIGLIORE ITALIA che scese in piazza....

 

 

 

Ritorna in altoÇ


Meda 30/06/010

Due notizie che si commentano da sole. Una di carattere giudiziario, l’altra di carattere locale. Entrambe hanno un comune denominatore: gli interessi nel campo immobiliare dell’"imperatore del fare" Silvio Berlusconi dai suoi primi passi mossi nell’edilizia sino agli attuali sviluppi e progetti della società immobiliare IDRA da lui controllata. Alla base di tutta questa attività, c’è un legittimo dubbio sull’ORIGINE DELLE PRIME RISORSE ECONOMICHE CHE DIEDERO IL VIA AI PROGETTI IMMOBILIARI di MILANO 2.

All’oggi, dopo la recente sentenza della corte d’Appello di Palermo che condanna
Dell’Utri a 7 anni e evidenzia oscuri rapporti con personaggi legati alla MAFIA ai tempi di MILANO 2, assistiamo al rilancio di progetti in stile "le mani sulla città" o meglio, le MANI SULL’AMBIENTE da parte di società controllate da Berlusconi, adeguatamente sponsorizzati da politici locali....

 


Meda 26/06/010

CRONACHE DAL PAESE DEGLI IMPUNITI

Berlusconi s’è inventato il Ministero all'attuazione del Federalismo per "salvare" dalle inchieste GIUDIZIARIE che lo coinvolgono il suo "uomo FININVEST" Brancher.

Evidentemente, per "l’imperatore del fare" uno dei MERITI per divenire Ministro nella sua "corte dei miracoli" fatta da papabili al Nobel (Brunetta), urlatori, iperliberisti, padri della "finanza creativa e del condono", xenofobi, e plurinquisiti, è , appunto, L’ESSERE INQUISITI IN QUALCHE INCHIESTA DELLA MAGISTRATURA.

Aldo Brancher ha proprio questi due essenziali requisiti. Ex dirigente Fininvest, ex inquisito in Tangentopoli, detenuto per tre mesi a S. Vittore, scarcerato per decorrenza dei termini di custodia cautelare, è stato condannato con giudizio di primo grado e in appello per falso in bilancio e finanziamento illecito ai partiti. In Cassazione, il secondo reato va in prescrizione, mentre il primo è stato depenalizzato dal Governo Berlusconi II, del quale faceva parte.....

 


Meda 24/06/2010

Sinistra e ambiente informa

Continua il lavoro di SINISTRA e AMBIENTE con "INSIEME IN RETE PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE" su PEDEMONTANA, AMBIENTE e TERRITORIO

SINISTRA e AMBIENTE di Meda, ha condiviso con INSIEME IN RETE PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE (cui aderisce), l’utilità d’incontrarsi con forze politiche presenti nelle sedi istituzionali. Per questo, sono stati promossi nonché accettati inviti di esponenti presenti in Consiglio Regionale e in Consiglio Provinciale. Punti fermi la COMPLETA AUTONOMIA della RETE e dei Gruppi e Associazioni che la compongono, la promozione delle tematiche ambientali, la tutela del territorio e l’opportunità di scambi informativi reciproci.

Dopo l’incontro con il Consigliere Regionale del PD Giuseppe Civati, in data 07/06/2010, a Monza, è seguito quello con i Cons. Prov. del PD Vittorio Pozzati, Elio Ghioni, Domenico Guerrero.

Terzo incontro il 15/06/010 a Macherio con Chiara Cremonesi, Cons. Regionale di SEL (Sinistra Ecologia e Libertà).

A tutti sono state illustrate attività e obiettivi della Rete, il giudizio negativo sull’infrastruttura Pedemontana, le osservazioni presentate al CIPE.....


Meda 18/06/010

FIAT DI POMIGLIANO: UN RICATTO INDECENTE

Mentre tutto il Paese si sta, giustamente, mobilitando contro la legge bavaglio, Fiat, Confindustria e Governo stanno attuando un attacco diretto e senza precedenti ai diritti- sanciti dalla COSTITUZIONE – dei lavoratori.
Fiat dichiara di voler spostare la produzione della Panda dalla Polonia all’unità produttiva di Pomigliano d’Arco , con annesso investimento economico.
In cambio chiede, anzi PRETENDE che i lavoratori e il sindacato accettino delle clausole IMPOSTE ove il DIRITTO di SCIOPERO è sanzionato sino al LICENZIAMENTO, la malattia potrebbe anche non essere pagata qualora si superino i livelli d’assenteismo fissati anche questi da Fiat. Oltre a ciò, si esige lo spostamento della pausa pranzo A FINE TURNO, con il lavoratore che DEVE produrre ininterrottamente e, chicca finale, l’inserimento d’un orario di lavoro su 18 turni, con aumento delle ore di straordinario OBBLIGATORIO senza possibilità di rifiuto.
Per Fiat è un prendere o lasciare. Per Marchionne ciò che propone è l’occasione di rilancio su Pomigliano cui tutti dovrebbero essergli grati.
A noi piace chiamare le cose con il proprio nome: E’ UN RICATTO, UN SCHIFOSO RICATTO IL CUI SCOPO E’ L’AZZERAMENTO DEI DIRITTI DEI LAVORATORI sanciti dallo Statuto dei Lavoratori e dalla COSTITUZIONE.....

 


Meda 16/06/2010

OTTIMO il RISULTATO della RACCOLTA FIRME di SINISTRA e AMBIENTE PER L’ACQUA PUBBLICA

Con il banchetto di raccolta firme UNITARIO tenutosi all’iniziativa medese “E’ SCUOLA” del 5/06/010 SINISTRA e AMBIENTE ha chiuso la sua campagna di raccolta firme d’appoggio ai tre REFERENDUM per MANTENERE PUBBLICA la gestione dell’acqua, promossi dal FORUM ITALIANO DEI MOVIMENTI PER L’ACQUA.
Oggi possiamo fare alcune riflessioni e valutazioni su questa campagna che ci ha visto impegnati.
Il risultato della raccolta firme a MEDA è OTTIMO.
Sinistra e Ambiente ha raccolto l’adesione di 240 cittadini che, sin d’ora, ringraziamo. Così come ringraziamo i Cons. Comunali di PD e Lista Buraschi che si sono resi disponibili a certificare le firme.
A questa cifra si dovranno sommare le firme raccolte dagli altri soggetti politici impegnati con loro banchetti......

 

Ritorna in altoÇ


Meda 13/06/2010


Il COMITATO PER IL PARCO REGIONALE partecipa ad un’iniziativa di AGENDA 21 sulla MOBILITA’ LENTA

 

Venerdì 18/06/2010 dalle ore 20.30 presso la Sala Elli Ex Cinema Radio a Meda (MB) si terrà un incontro pubblico organizzato da Agenda 21 Intercomunale di Meda, Cesano Maderno e Desio con la collaborazione del Comitato per il Parco Regionale della Brughiera e di altre associazioni di Meda, dal titolo MUOVERSI A PIEDI.
All’incontro, interverrà Gianni Del Pero, in rappresentanza del nostro Comitato, per illustrare il lavoro fatto, le nostre motivazioni e la NECESSITA e OPPORTUNITA’ D’ISTITUIRE IL PARCO REGIONALE DELLA BRUGHIERA.
Al termine dei lavori, intorno alle ore 21,45 si parte dal Municipio a piedi per un percorso notturno passando per il centro storico di Meda e......

 

 

 

 

 

 


Meda 09/06/2010

UNA NOTIZIA SCONVOLGENTE


Leggendo dalla stampa, apprendiamo di una circolare emessa dall’assessore – padano doc - regionale alla sanità del VENETO (regione amministrata da Lega Nord e PdL) ove si ESCLUDEVANO dai trapianti le persone “con un quoziente intellettivo minore di 50”, quelli che hanno tentato un suicidio, quelli con danni cerebrali irreversibili.
Questi fattori sono considerati dall’estensore “controindicazioni assolute”.
La circolare ERA DEL 2009 e solo ora è stata scoperta e resa pubblica ANCHE ALLA STAMPA ESTERA.
Ciò ha costretto la giunta regionale ad emanare una CORREZIONE INTERPRETATIVA della stessa che, per fortuna, sana questa stortura DISCRIMINATORIA.....

 

 

 

 


Meda 04/06/2010


BOICOTTIAMO I PRODOTTI d’ISRAELE

Dopo il rientro nei paesi d’appartenenza dei PACIFISTI della FREEDOM FLOTILLA, si stanno delineando i contorni dell’OPERAZIONE TERRORISTICA e da PIRATI dei commandos della marina israeliana attuata per impedire l’attracco a GAZA delle navi e la distribuzione alla popolazione palestinese di AIUTI UMANITARI. L’azione, PIRATESCA poiché l’assalto è avvenuto in ACQUE INTERNAZIONALI, in spregio a qualsiasi norma internazionale che permette A TUTTI di navigare in queste zone di mare, assume i CONTORNI DELL’ORRORE, con gli Israeliani che GIA’ SPARAVANO dagli elicotteri e dai gommoni ancor prima di essere a bordo della nave MAVI MARMARA. Risultato sinora accertato: NOVE MORTI CERTI e sette FERITI GRAVI! Molti corpi ritrovati colpiti da UN COLPO ALLA NUCA, come un’esecuzione. Poi i pestaggi a tutti gli altri e la detenzione ILLEGALE nella prigione di Bersheeva. ILLEGALE poiché NESSUNO ha violato i confini d’Israele, ma lì sono stati portati dopo UN SEQUESTRO VIOLENTO di persona da parte dei commandos....

 

 


Prosegue la raccolta firme a MEDA per i tre quesiti referendari sull’ACQUA PUBBLICA

SABATO 5 GIUGNO 2010 dalle ore 9.00 alle ore 13.00 SINISTRA e AMBIENTE sarà presente con un banchetto UNITARIO di RACCOLTA FIRME per i tre quesiti referendari sull’ACQUA PUBBLICA all’iniziativa E’ SCUOLA presso il CFP G. TERRAGNI via TRE VENEZIE 63 quartiere MEDA SUD.


Meda 1/6/2010

CON I PACIFISTI, CON GAZA E LA PALESTINA NEL CUORE

L’attacco ISRAELIANO attuato IN ACQUE INTERNAZIONALI al convoglio PACIFISTA che trasportava AIUTI UMANITARI ai palestinesi della striscia di Gaza ci riempie di profondo sdegno e rabbia. Si tratta di una vera e propria azione TERRORISTICA contro chi, pacificamente, portava beni di PRIMA NECESSITA, medicine, cemento, apparecchiature diagnostiche etc . in aiuto dei PALESTINESI di GAZA, UNA POPOLAZIONE contro cui Israele attua un BLOCCO PORTUALE e UN EMBARGO ILLEGALE. Blocco che l’ha ridotta alla fame e privata della dignità di un popolo. S’è trattato d’una STRAGE PREMEDITATA. L’esercito israeliano HA SPARATO sui pacifisti provenienti da più nazioni facendo numerosi morti...

 


Meda 31/05/2010

PADRI e FIGLI, POTERE e NEPOTISMO

La lista dei figli e figliocci piazzati nelle Istituzioni a vario titolo s’allunga. Renzo, “il trota”, inserito nelle liste della Lega Nord da papà Umberto, eletto quale Consigliere Regionale.
Andrea, figlio di Cesarino e da lui allevato dapprima si “fa le ossa” in Cons. Comunale a Lazzate e poi, magicamente spicca il volo in qualità di ASSESSORE alle Attività Produttive – Turismo – Sport e Tempo Libero – Caccia e Pesca – Autodromo alla neonata Provincia di Monza e Brianza.
“Padri illustri” che da tempo sbraitano contro “ROMA LADRONA”.
Eh si, visto che – così loro dicono - il centralismo, la partitocrazia, la burocrazia hanno espropriato i padani delle loro risorse (economiche in primis) evidentemente hanno pensato di correre ai ripari “piazzando” i gioielli di famiglia e garantendosi posizioni politiche importanti nonché lauti stipendi...

 

 

Ritorna in altoÇ


Meda 28/05/2010

Tutti gli uomini del Presidente

L’”affaire” PONZONI: ennesimo esempio del magma fatto da malaffare, corruzione e legami spregiudicati che caratterizzano il governo dell’imperatore Silvio e dei suoi sodali locali
L’elenco è lungo ed in continuo aggiornamento e coinvolge una serie di figure di primo piano della destra di governo sia locale sia nazionale. Si va dal “povero Scajola” cui il gruppo di DIEGO ANEMONE regala un appartamento a Roma vista colosseo chissà per quale motivo; il caro Angelo Balducci che con Anemone e altri crea una rete di scambio di favori per gestire e controllare direttamente gli appalti per grandi opere e grandi eventi, aspetto che coinvolge anche Bertolaso quale resp. della Protezione Civile. Non dimentichiamoci di NICOLA COSENTINO di cui la magistratura chiede L’ARRESTO per collusione con la n’drangheta MA CHE e’ INAMOVIBILE dal suo ruolo di sottosegretario. Arriviamo al sen. CIARRAPICO inquisito per frode sul finanziamento pubblico alle testate giornalistiche di sua proprietà. Poi c’è CAPPELLACCI, presidente della Reg. Sardegna anch’esso sotto inchiesta per “favori” ad aziende amiche nei progetti eolici e con PERICOLOSI e DIRETTI rapporti con FLAVIO CARBONI, faccendiere e PIDUISTA più volte inquisito e via a seguire.

 


Meda 25/05/2010

Regione, indagato l’ex assessore Ponzoni

Ora, a suo carico, c'è anche un'indagine per CORRUZIONE da parte della Procura di Monza. L’indagine è coordinata e seguita anche dal pool ANTIMAFIA di MILANO.
PONZONI è in buona compagnia. Anche il suo fido ROSARIO PERRI risulta indagato.

da "Il Giornale" art. di Luca Fazzo

I pm sospettano che abbia intascato una tangente da 250mila euro per una variante al pgt di Desio. Nell’inchiesta della Procura di Monza e dell’antimafia di Milano c’è anche il nome dell’ex presidente del Parco delle Groane.

Una brutta storia di mazzette e scelte urbanistiche: e sullo sfondo l’ombra della malavita organizzata e dei suoi interessi nella politica e nel mattone. Al centro dell’inchiesta l’ex assessore regionale Massimo Ponzoni, che alle elezioni di due mesi fa era risultato con 11.069 preferenze, il primo degli eletti nelle liste del Popolo delle libertà di Monza e della Brianza. Un trionfo. Ma che le cose per Ponzoni, giovane leone del centrodestra lombardo, non andassero bene lo si era intuito già nelle settimane scorse quando - nonostante il pieno di voti - era stato lasciato fuori dalla nuova Giunta, perdendo la poltrona di assessore all’Ambiente occupata fino a quel momento, ed accontentandosi della carica di segretario del Consiglio regionale. Colpa, ufficiosamente, dell’indagine per concorso in bancarotta aperta a suo carico ...

 continua ððð

                Massimo Ponzoni


Meda 10/05/2010


Ottimo risultato a Meda del primo banchetto di SINISTRA e AMBIENTE ove si sono raccolte le firme a sostegno dei TRE QUESITI REFERENDARI del FORUM PER L'ACQUA PUBBLICA.

 La prima giornata ha fruttato un “bottino” di circa 150 adesioni. CONTINUIAMO COSI'. Molti i cittadini interessati e preoccupati dalla privatizzazione d'un bene essenziale.
Immagini dal banchetto medese di SINISTRA e AMBIENTE di Sabato 08/05/2010
Rammentiamo le altre date dei banchetti organizzati da SINISTRA e AMBIENTE:

 SABATO 15/05/2010 dalle ore 14.00 alle ore 19.30 in PIAZZA CAVOUR
 GIOVEDI 20/05/2010 dalle ore 9.00 alle ore 13.00 al MERCATO QUARTIERE MEDA SUD

 

 

 


Meda 3 Maggio 2010


 

SINISTRA e AMBIENTE aderisce e promuove i TRE QUESITI REFERENDARI del ''FORUM PER L’ACQUA PUBBLICA''

Allo scopo, organizza banchetti cittadini di raccolta firme che si terranno con il seguente calendario:

SABATO 08/05/2010 dalle ore 9.00 alle ore 19.00 dinanzi al Millepiedi in Via INDIPENDENZA

SABATO 15/05/2010 dalle ore 14.00 alle ore 19.30 in PIAZZA CAVOUR

GIOVEDÍ 20/05/2010 dalle ore 9.00 alle ore 13.00 al MERCATO QUARTIERE MEDA SUD

VIENI A FIRMARE PER MANTENERE PUBBLICA LA GESTIONE E L'EROGAZIONE DELL'ACQUA.
NON REGALIAMO ALLE MULTINAZIONALI ED AL PROFITTO, UN BENE DI TUTTI!

 continua ððð


Meda 15 Aprile 2010

 Primo incontro con l’Amministrazione di Meda e prime risposte ai gruppi locali della RETE della tratta B2
 

A seguire la richiesta avanzata dai gruppi locali, aderenti alla RETE, di richiesta d'incontro con i Sindaci e gli Assessori alla partita della TRATTA B2 di Pedemontana, l'8/4/2010 la RETE s'è incontrata con l'Assessore Santambrogio del Comune di Meda.
Per la RETE erano presenti i referenti locali Gianni Del Pero (WWF Groane), Colombo Alberto (Sinistra e Ambiente di Meda), Gemma Beretta (Legambiente Seveso) e Damiano Di Simine (Pres. Legambiente Lombardia) , Iolanda Negri, Giuseppe Grassi e Valter Verpelli (Ass. La Puska di Lentate S/S).
Con l'Assessore Santambrogio ci si è confrontati sui contenuti e le intenzioni espresse dai Sindaci della tratta B2 e sul documento da loro elaborato.

Eccovi i dettagli. In data 06/04/2010, i 6 Sindaci (è entrato anche Bovisio Masciago) hanno controfirmato la nuova versione del documento. Lo stesso sarà presentato alla Prov. di MB e di Mi perché anch'essi lo controfirmino. La Prov di MB lo porterà per decidere in merito in Consiglio Prov. La Prov di Milano pare possibilista. Dal documento è stata ELIMINATA la preoccupante, per noi, richiesta di nuova strada di collegamento Cesano-Saronno che passava nelle Groane. Questo è un aspetto positivo. Si chiede LA SOSPENSIONE dei lavori di Pedemontana fino al 2015 e, in questo periodo, la riqualificazione sull'attuale sedime della superstrada.

 

 


 


Meda 23 Marzo 2010

PER IL PARCO REGIONALE: INCONTRO CON LE AMMINISTRAZIONI

Come già annunciato, per sensibilizzare e raccogliere consensi, il Comitato per il Parco regionale della Brughiera s'è incontrato con i Sindaci di Figino Serenza e di Vertemate.
Dopo la delibera del Consiglio Comunale di Meda, favorevole all’istituzione del Parco Regionale, anche Figino ha dichiarato il suo parere positivo,
promettendo una delibera simile a quella medese.
Il Comune di Vertemate ha riconfermato la propria volontà in favore del Parco Regionale e la formalizzerà con un atto ufficiale (mozione, delibera di Giunta o altro).
Il Sindaco di Vertemate si è inoltre preso l'impegno di contattare il collega di Fino Mornasco (pure favorevole al Parco regionale) per concordare, in via temporanea,
la richiesta di ingresso dei due Comuni nel Parco Sovraccomunale della Brughiera, allo scopo di tutelare le aree denominate “Valle dei Mulini” a Fino e i boschi dell'area dell'Abbazia a Vertemate.

Continuiamo a caldeggiare un incontro ai Comuni di Lentate sul Seveso, Senna Comasco, Mariano Comense e Capiago e presto cercheremo di coinvolgere anche i Sindaci di Carimate, Alzate Brianza e Orsenigo, nonché d’ottenere un aggiornamento con il Plis della Brughiera ...

 

 

 

 

 

 


Meda 22 Marzo 2010

Dopo il ROAD SHOCK a CAMNAGO, HANNO DETTO DI NOI

Piccola rassegna stampa a cura di SINISTRA e AMBIENTE su Meda: preoccupazioni sulle opere complementari a Pedemontana e le ipotesi progettuali ...

Ritorna in altoÇ


Meda 12 Marzo 2010

lettera della rete ai sindaci della tratta B2

Dopo l'assemblea Pedemontana Road Shock di Camnago del 03/05/2010, INSIEME IN RETE PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE, con la convinzione che decisioni comportanti modifiche sostanziali per il territorio debbano vedere il coinvolgimento di tutti i soggetti interessati,  ha inviato questa lettera alle Amministrazioni Comunali della tratta B2 chiedendo loro un confronto nel merito ...


Meda 09 Marzo 2010

ROAD SHOCK PEDEMONTANA: PIU' MOBILITA' SU ROTAIA MENO TRAFFICO!

Venerdì 5 marzo a Camnago (Lentate) un pubblico numeroso e attento è intervenuto alla sesta tappa del “Road Shock Pedemontana”, proposta da “Insieme in rete per uno sviluppo sostenibile”.

All’incontro hanno partecipato il presidente di Legambiente Lombardia Damiano di Simine, il coordinatore della Rete Paolo Conte, Iolanda Negri dell’Associazione “La Puska” di Lentate, Alberto Colombo di Sinistra e Ambiente di Meda, Gemma Beretta e Maurizio Zilio del Circolo Legambiente Laura Conti di Seveso.
Nel suo intervento Damiano di Simine ha ribadito la necessità di lavorare insieme per rafforzare la mobilità su rotaia, unica alternativa praticabile ad un’autostrada devastante e, per come si prospetta, inutile per il territorio. Il coordinatore della rete, Paolo Conte, ha ribadito la necessità della partecipazione popolare alle iniziative della Rete e di “vigilare” rispetto alle azioni messe in atto da Autostrada Pedemontana, spesso con il tacito assenso delle amministrazioni comunali. A questo proposito tutti gli intervenuti hanno chiesto chiarezza ai sindaci della tratta B2 “neo avversari” (o quantomeno “neo perplessi”) , visto che essi parlano di rinvio e non di sospensione del progetto) dell’Autostrada.
La stampa, infatti, da alcuni giorni, continua a riportare la notizia di incontri “a tutti i livelli” per arrivare ad un rinvio a dopo il 2015 della realizzazione della tratta B2 dell’autostrada.
La proposta dei Sindaci comprende la richiesta di riqualificazione della superstrada Milano-Meda, l’esecuzione delle opere compensative in vista della futura autostrada, la realizzazione di tutte le opere connesse presenti nel progetto approvato dal Cipe, l’ipotesi di un nuovo tracciato (collegamento Cesano Maderno Maderno - Lomazzo attraverso Saronno ...
 


Meda 05 Marzo 2010

Breve resoconto della “puntata esplorativa” alla 4a commissione della Prov. di MB

Il 3/3/2010, s'è tenuta presso la sede della Prov. di MB la riunione della 4 commissione consiliare della Prov. di MB avente tema la Pedemontana e le Compensazioni ambientali sulla tratta B1 e B2. Il pubblico poteva chiaramente ascoltare ma non intervenire. Incontro breve, durato circa 1.30 ore.
Relatore per Pedemontana era il Direttore Tecnico Umberto Regalia che, evidentemente, è entrato solo nella “partita tecnica”, rimandando al soggetto istituzionale politico (Regione e varie Prov) altri aspetti quali
IL PIANO D'AREA.
Ecco alcuni punti dell'illustrazione da lui fatta.

SPAZI NEGOZIALI

Conseguentemente alle tempistiche, Regalia ha evidenziato come unica attività negoziale ancora possibile quella sulle “ottimizzazioni”. E consentito cioè un Confronto su quelle prescrizioni che obbligano a modificare il progetto ma che non identificano esattamente il come.
Ha portato quali esempi alcune traslazioni di opere complementari nonché la modalità gestionale delle Compensazioni.

COSTI E TEMPISTICHE

A fine autunno partiranno gli espropri delle aree. Il progetto esecutivo è previsto per MAGGIO 2010. Una bozza di progetto esecutivo “preliminare” sarà pronto entro APRILE 2010.

Sulle tempistiche progettuali, è stato sottolineato che il progetto cammina contemporaneo con il bando di gara di assegnazione lavori ...
 


Meda 04 Marzo 2010

                           NOTIZIE SULL’ATTIVITÀ DEL COMITATO PER IL PARCO REGIONALE DELLA BRUGHIERA

Dopo la consegna delle 4000 firme raccolte che sono state protocollate in Regione Lombardia, dopo la delibera di Giunta del Comune di
MEDA, favorevole alla pr
oposta di Parco Regionale, proseguono le iniziative rivolte a sensibilizzare i soggetti istituzionali.
Una relazione con invito a contattarci per un incontro è stata spedita a Sala e Brambilla, assessori della Provincia di Monza Brianza e a TUTTI i
Sindaci del territorio del proposto Parco Regionale.
Alcuni di essi hanno dato la loro disponibilità ad un confronto sulle proposte del Comitato.
Pertanto sono in calendario 2 primi incontri con i primi cittadini di:
• FIGINO SERENZA lunedì 8 marzo ore 18.30
• VERTEMATE con MINOPRIO mercoledì 10 marzo ore 18.15.
Il Comitato ha inoltre stretto i contatti con i soggetti che si stanno mobilitando contro la costruzione dell'opera stradale TANGENZIALE di
COMO, parte di un progetto più ampio qual'è la PEDEMONTANA BIS.
Questo progetto, sarebbe devastante per l'ambiente della BRUGHIERA poiché il tracciato è previsto proprio nella porzione di BRUGHIERA
COMASCA, cuore del proposto Parco Regionale.
Molti gruppi e molte amministrazioni comunali si stanno mobilitando contro questa nuova ed INUTILE strada...
 

Meda 05 Marzo 2010

ROAD SHOCK PEDEMONTANA. Assemblea Pubblica per NUOVE NOTIZIE sulla Tratta B2 LENTATE S/S 5 MARZO 2010 ore 21.00 Centro Civico Terragni via M. Santo 2 (Biblioteca) - Camnago.

Nuova tappa del “Road Shock Pedemontana”, a tema “Nuove Notizie sulla Tratta B2”.

L’obiettivo della serata sarà quello di stimolare uno scambio e un approfondimento sull’unica alternativa praticabile a un’autostrada devastante – e cioè il rafforzamento della mobilità su rotaia, insieme al rinforzo dei progetti di compensazione ambientale necessari alla vita del territorio brianteo. Il Road Shock Pedemontana era già stato realizzato in novembre a Meda, per i Comuni della tratta Meda e Lentate S/S. Oggi viene riproposto interessando tutti i Comuni tagliati dalla tratta B2 di Pedemontana.
Ci giungono notizie
dell’intenzione da parte delle amministrazioni locali di chiedere un rinvio a dopo l’Expo 2015 della realizzazione della tratta B2 dell’autostrada Pedemontana, i cui cantieri erano stati inaugurati il sabato precedente con grande spesa e relativo cerimoniale...


Meda 01 Marzo 2010

Pubblichiamo un articolo de L’ESPRESSO, con immagini da noi inserite, che affronta la questione del possibile passaggio dell’autostrada Pedemontana nella zona A/B del BOSCO delle QUERCE.

Come è noto, SINISTRA e AMBIENTE, aderente al coordinamento di associazioni e gruppi locali INSIEME IN RETE PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE, ha sempre criticato ed osteggiato il progetto di un tracciato dell’autostrada pedemontana che passi nel Bosco delle Querce. Per 2 aspetti: la cancellazione o il forte ridimensionamento della porzione medese del bosco stesso e IL PERICOLO per la salute dei cittadini derivante dal rischio che gli scavi e la movimentazione terra riportino in circolo LA DIOSSINA, ancora presente nel terreno pressoché negli stessi quantitativi di 33 anni fa, data dell’incidente ICMESA.

ANCHE DI QUESTO PARLEREMO E CI CONFRONTEREMO NELL’ASSEMBLEA organizzata da INSIEME IN RETE PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE VENERDI’ 5-03-2010 alle ore 21.00 presso il CENTRO CIVICO TERRAGNI in via Monte Santo 2 a CAMNAGO.

da l'Espresso 28 febbraio 2010 L'autostrada nella diossina di Luca Piana 28 febbraio 2010

La futura Pedemontana Lombarda passerà a Seveso, nelle zone colpite dall'incidente dell'Icmesa.
Ma le analisi rivelano che nei terreni la quantità di veleni è ancora elevata. Con il rischio che serva una colossale bonifica
«Ci ho messo la faccia e dunque la Pedemontana sarà completata entro il 2014»...

Ritorna in altoÇ


Meda 23 Marzo 2010

Tratta B2 della Pedemontana. Parco Regionale delle GROANE: i sindaci propongono di tagliarlo in due ?

In diverse occasioni, il coordinamento di INSIEME IN RETE PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE, ha evidenziato le criticità irrisolte del tracciato dell'autostrada Pedemontana che va da Bovisio Masciago a Lentate sul Seveso.

I Sindaci della tratta B2 (Lentate, Barlassina, Meda, Seveso, Cesano, Bovisio M.), ormai a lavori avviati, stanno cercando di formulare una loro proposta su alcuni punti.

Dalle notizie in nostro possesso, ecco cosa chiedono:
1. la sospensione dei lavori, sulla tratta B2, almeno fino a dopo la conclusione di Expo 2015;
2. la realizzazione immediata delle opere connesse;
3. la riqualificazione degli svincoli esistenti e la realizzazione di quello di Barlassina/Lentate;
4. la realizzazione di una terza corsia (dinamica) tra Cesano Maderno e Meda;
5. la realizzazione degli interventi di mitigazione e compensazione ambientale presenti nel progetto approvato dal Cipe;
6. un contributo straordinario aggiuntivo da parte della Soc. Pedemontana per realizzare ”l’abbassamento” delle Ferrovie Nord nel tratto Seveso-Meda;
7. l’assegnazione alla Provincia di MB del 50% del risparmio derivante dalla modifica fra il progetto del 2002 e il progetto 2009 perché sia utilizzato dalla provincia stessa per realizzare le opere che i singoli comuni indicheranno a seguito del piano sovracomunale del traffico;
8. l’anticipo di 200 Ml di euro tra quelli stanziati per la tratta B2 per la realizzazione di quanto elencato;
9. la valutazione d'una proposta realizzativa di u
n nuovo collegamento a doppia corsia per senso di marcia fra Cesano Maderno e Saronno pensando così di distribuire i flussi di traffico su due direttrici: la proposta nuova superstrada Cesano - Saronno e la superstrada esistente Cesano - Lentate.


Meda 19 Febbraio 2010

SINISTRA E AMBIENTE INFORMA

SINISTRA e AMBIENTE ha aderito alla campagna contro il progetto RESIDENZIALE dell’Immobiliare IDRA (prop. fam. Berlusconi) ad ARCORE, nel Parco Regionale della Valle Lambro. Informiamo, come nostra consuetudine, cittadini e simpatizzanti sulle evoluzioni della vicenda.

OTTIMO RISCONTRO DELL' INIZIATIVA

L’iniziale campagna di “pressing” con “mail bombing”sul CdA del Parco Regionale della Valle del Lambro, promossa da chi ha a cuore l'ambiente, ha riscosso molte adesioni. Oltre 40 associazioni, gruppi politici locali e più di 350 cittadini, hanno aderito all’iniziativa e diffuso l’appello su più siti web e alla stampa.

E’ un risultato eccezionale, ottenuto in soli 4 giorni di campagna informativa .

Significa che la gente è stanca di questo modo di concepire lo sviluppo del territorio e vorrebbe riporre in soffitta i progetti di cementificazione delle ultime aree verdi.

Le associazioni, i gruppi politici locali e i cittadini hanno dunque ottenuto un primo doppio risultato: FAR PARLARE del DEVASTANTE PROGETTO che, diversamente, sarebbe stato trattato “sottotraccia” dagli amministratori interessati alla partita e costringere L’Ente Parco a bloccare ( al momento) l'assenso al progetto...


Meda 15 Febbraio 2010

Lettera appello a Emiliano Ronzoni: " Caro Presidente, salvi il parco! "

Il testo dell'appello per salvare il Parco Valle Lambro dalla minaccia di cementificazione dell’immobiliare IDRA (proprietà fam. Berlusconi) nel Comune di ARCORE, denunciata nei giorni scorsi dalla stampa.

Caro Presidente, salvi il parco!

Sembra un'affermazione assurda, infatti l'ente di gestione di un parco regionale esiste proprio per tutelare il territorio e migliorare la qualità della vita, ma è apparsa sui giornali locali una notizia molto preoccupante:

Arcore, Berlusconi vuole Milano 4, un business da 220 milioni di euro.

L' Idra, l'immobiliare di famiglia del premier, ha presentato alla giunta della cittadina, capitanata da Marco Rocchini, un progetto che vuole edificare 150.000 metri cubi in cambio una casa di riposo e di 20 milioni di oneri di urbanizzazione, che non riparerebbero per nulla i danni dell'insediamento.
Tra Milano 4 ed area Falck, Arcore avrebbe quasi il 20% di abitanti in più in pochi anni...
 

Meda 14 Febbraio 2010

BRIANZA: UN ATTACCO CONTINUO ED INDISCRIMINATO ALL'AMBIENTE DA PARTE DELLA DESTRA AFFARISTICA DI BERLUSCONI & C.

Non c'è tregua per il costante assalto ai pochi lembi di boschi e di natura rimasti in Brianza. In tutti i Comuni piovono un giorno si e l'altro pure, proposte indecenti da parte di società immobiliari, spesso legate a doppio filo con chi amministra ai vari livelli istituzionali. Eccovi sotto, da un articolo di Repubblica, l'ultima perla che interessa ARCORE ed il PARCO DELLA VALLE DEL LAMBRO. Da notare la COMMISTIONE che vede altresì BEN DISPOSTE alcune figure ISTITUZIONALI (Sindaco, Assessore Provinciale all’Urbanisitca, Presidente Parco Regionale Valle Lambro) guarda caso, DELLA STESSA APPARTENENZA POLITICA (PdL) di BERLUSCONI, cui, di fatto, appartiene l'immobiliare IDRA che ha presentato il progetto DEVASTANTE per l'ambiente...


Meda 12 Febbraio 2010

INFORMATIVA sull'INCONTRO con la Soc. PEDEMONTANA del 10/02/10

In data 10/02/10, INSIEME IN RETE PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE, nelle figure di Daniele Cassanmagnago, Alberto Colombo, Gianni Del Pero, Gianni Casiraghi, Iolanda Negri, Damiano Di Simine, s'è incontrata con la Soc. Pedemontana, rappresentata dal Direttore Tecnico Umberto Regalia. Qui di seguito proponiamo un breve e sintetico resoconto per punti dell'incontro stesso.

PIANO FINANZIARIO:
CAL ha attivato un finanziamento privato per 3,2 MLD.
C'è inoltre un interessamento di aziende banca e privati a
rilevare una quota di capitale sociale...


Meda 09 Febbraio 2010

Cemento, la grande passione dell’assessore.

Furbo l’”assessore alla qualità dell’ambiente” PONZONI. Quando la sua socia in affari sig.ra ABELLI viene arrestata lui, pochi giorni prima esce dalla società comune. Quando a Cesano Maderno si scopre l’abuso edilizio di un “rustico” trasformato in 2 villette, lui dice di non essere coinvolto poiché la violazione è stata commessa dal suocero. Ora è il turno di violazioni, sempre in campo edilizio, a Desio. Qui l’”assessore” aveva già provveduto per tempo a defilarsi mettendo in liquidazione l’azienda in cui era socio con il padre e, guarda a caso, ora dichiara di non essere responsabile ne della violazione ne del mancato pagamento del condono sull’ABUSO EDILIZIO compiuto perché altri (il padre) amministrano la società. Avanti di questo passo, tanto i parenti sono tanti.

Pensiamo che tutto ciò riproponga un’evidente incompatibilità con l’esercizio di una carica istituzionale. Dal centrodestra formigoniano, sarebbe interessante sapere i motivi reali che li fanno insistere nell’ investire su una figura politica che è oggetto di inchieste giudiziarie e che si distingue per imprese immobiliari chiacchierate.

Eccovi l’articolo tratto da “Repubblica” che affronta l’argomento
 

Meda 08 Febbraio 2010

PEDEMONTANA, SEMPRE PIU’ AUTOSTRADE E TRAFFICO, SEMPRE MENO SUOLO LIBERO E ARIA PULITA

Pedemontana è una condanna definitiva per gli ultimi lembi di suolo libero della metropoli lombarda. Non basteranno le compensazioni a ripagare i cittadini e l’ambiente! Denunciamo il gravissimo – ed evitabile – sacrificio dei boschi di Bernate, della Moronera, del Rugareto: ambienti forestali preziosi cui Pedemontana non dà scampo! Ma soprattutto denunciamo l'irresponsabilità della politica regionale: pessimi progetti, approvati in fretta e furia per esigenze elettorali, diventeranno cantieri eterni, divorando per decenni risorse pubbliche che avrebbero potuto – e dovuto – essere investite per sanare il drammatico ritardo nel trasporto pubblico e nella logistica ferroviaria! Il CIPE, nell'approvare il progetto, e per sanarne le gravi contraddizioni, ha inserito centinaia di prescrizioni che, in pratica, lo stravolgono completamente: quindi si apre un cantiere di un'opera costosissima ma il cui progetto, in pratica, non esiste! La Pedemontana somiglierà alla Salerno – Reggio Calabria?


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                         Ritorna in altoÇ